Storia

MOHAMEDIASin dal principio, l’attività del cantiere spaziava dalle riparazioni alle trasformazioni fino alla costruzione navale vera e propria, garantendo un approccio flessibile al lavoro che si rivelerà fondamentale negli anni a seguire. Per decenni la fonte di lavoro principale per i Cantieri Navali Campanella fu la manutenzione delle navi che facevano scalo commerciale a Savona e quando l’attività marittima diminuì lo stabilimento fu in grado di partecipare anche ad attività destinate alla terraferma. Durante la Seconda Guerra Mondiale, Campanella contribuì ad apportare migliorie alle navi da guerra della Marina Militare mentre, in seguito al termine del conflitto, investì le proprie energie nella ricostruzione di attrezzature ed edifici danneggiati così come nel rinnovamento della flotta mercantile italiana.

Gli anni ’50 furono gli anni della cosiddetta chirurgia navale, un’attività che divenne presto cruciale per il cantiere, coinvolto in complesse ed impegnative operazioni di riparazione e conversione.

Gli anni ’70 corrispondono a un periodo di ulteriore espansione del cantiere che, nel 1977 è completamente modernizzato e pronto a raccogliere nuove sfide.

Negli stessi anni il cantiere affronta il campo della costruzione di yacht, riscuotendo un immediato successo grazie anche al “Mohamedia”, uno yacht di 48 metri di proprietà dell’armatore Adnan Kashoggi che, nel 1975 venne insignito con un premio speciale dal Lloyd’s Register in quanto icona di qualità e modernità.

Gli ultimi decenni del ventesimo secolo hanno visto il cantiere confrontarsi con un periodo di crisi che ha coinvolto l’intero settore navale. Anche in questo difficile scenario i Cantieri Campanella sono stati in grado di mantenere un costante grado di attività e di uscire lentamente dal periodo di austerità che si erano trovati ad affrontare. Nei primi anni 90 la produzione si focalizzò sugli yacht in acciaio e alluminio, di lunghezza superiore ai 40 metri e totalmente personalizzabili, costruiti all’interno dei Cantieri Navali Campanella e firmati Mondomarine.